SOMMARIO

I pattini in linea

Accessori

GIRARE LE RUOTE

Introduzione

Come e' noto a tutti i pattinatori, le ruote non si usurano in maniera uniforme ma assumono delle sagome piuttosto precise a seconda dello stile e delle capacita' dell'atleta. Questo rende ovviamente necessaria una loro periodica manutenzione e eventualmente sostituzione. Per quanto riguarda la loro sostituzione, rimandiamo al capitolo 'parametri tecnici' per le indicazioni e le caratteristiche da conoscere per la scelta delle stesse. Scopo di questa scheda invece e' fornire indicazioni per una corretta manutenzione che ne renda minimo il consumo.

Come si usurano le ruote

ORS 2010

La figura a lato illustra in maniera schematica ma efficace come le ruote tendono solitamente ad usurarsi, vale a dire sul lato del filo interno delle ruote. Questo fenomeno dipende sostanzialmente da diversi fattori;


Salta subito agli occhi che si puo' fare ben poco in realta' per intervenire su questi fattori. Infatti il suolo e le frenate sono necessarie. Si puo' modificare leggermente la mescola delle ruote aumentando la durezza, ma inevitabilmente si va a modificare l'aderenza e la pattinata ne risulta compromessa.

Sul fronte della frenata va inoltre detto che nella frenata a 'T' (la piu' comune) l'azione su concentra particolarmente sul filo interno, accentuando l'usura quando la pattinata viene praticata su asfalti ruvidi ed abrasivi.

Per quanto riguarda la postura, va detto che e' la posizione a gambe leggermente divaricate, tipica di tanti neopattinatori (ed in particolar modo dei bambini) il quarto fattore che determina una eccessiva usura. Postura questa che oltre ad essere causa di quanto appena detto, e' anche un errore da correggere assolutamente. Infatti i pattini si controllano decisamente meglio quando sono vicini tra loro (la distanza deve essere circa uguale alla larghezza delle spalle).

Ridisporre le ruote

ORS 2010

Lo schema a lato e' tratto da uno dei tanti manuali che corredano i pattini e che in teoria ogni pattinatore dovrebbe conoscere (dite la verita' ... quanti di voi hanno letto il libretto di istruzioni?).

Illustra in maniera sufficientemente chiara come le ruote vanno 'girate', ovvero cambiate di posizione tra loro. Operazione questa da eseguire con una frequenza che dipende dal vostro stile, delle superfici sulle quali pattinate e dalla durezza delle ruote (vedi sopra). In genere ogni 10-12 ore di pattinata e' bene girare le ruote, diversamente l'assetto varia di molto e ci si trova spiazzati.

Da precisare inoltre che la seguente procedura tende a far consumare le ruote tutte in maniera uniforme, nel caso quindi si decida di adottare il rockering (vedere la relativa scheda) si dovranno 'girare' le ruote in maniera leggermente differente.

Procedere a smontare dai telai dei pattini le ruote e scambiarle tra loro come descritto nell'elenco che segue facendo attenzione a tenere la parte piu' usurata della ruota verso il lato esterno del pattino (e' molto importante).


Un consiglio prezioso e' quello di andare in ordine e di smontare solo le due ruote da invertire di volta in volta, infatti e' molto facile fare confusione.

Conclusione

Una volta completato il rimontaggio posizionate il pattino su una superficie piana e controllate la disposizione delle ruote. Le due ruote posizionate centralmente devono sempre toccare il piano assieme, diversamente infatti avrete difficolta' a curvare. Se vi trovate in un caso del genere significa che l'usura e' leggermente piu' accentuata rispetto al normale e sono necessari altri interventi sull'assetto delle ruote.

Pubblicato il 04/12/2011 - M.B.

´╗┐